arcoverbano.net

Arcieri del Verbano, del Cusio, dell'Ossola e della Valgrande

   Gen 31

L’ANNO DEI VENTICINQUE ANNI

 

Domenica 21 gennaio abbiamo aperto le danze di questo importante anno sportivo ospitando a Vignone la “Coppa Piemonte-Liguria”, una gara molto particolare in cui gli Arcieri si cimentano su un percorso che contiene tutte le nostre quattro tipologie.

La gara ha avuto un discreto successo, ed è stata allietata dal solito clima di festa e di amicizia, e conclusa con la premiazione del Campionato Regionale FIARC Piemonte Liguria, con la presenza della Presidente del Comitato Regionale Piemonte Michela Aimo e del Presidente uscente del Comitato Regionale Ligure Mimmo Raffo, membro del Consiglio Federale.

Un ottimo inizio per l’anno dei venticinque anni: la Compagnia Arcieri del Verbano & VCO è stata infatti fondata nel mese di agosto del 1993. In questo lunghissimo arco di tempo abbiamo organizzato più di 80 gare, oltre a innumerevoli altri eventi di promozione. Nell’occasione di questa ricorrenza una menzione particolare va al nostro decano Antonio Cerutti, tessera 6571, che accompagna la 01 VERB fin dai primi vagiti con spirito di servizio, passione e dedizione, un vero esempio per tutti noi.

I progetti per il 2018 sono molto ambiziosi, e ci impegnano sia sul fronte dell’organizzazione sia sul fronte più strettamente agonistico, con una folta rappresentanza che si sta già allenando in vista di tutti gli eventi nazionali. In particolare, grandi speranze per i nostri ragazzi che nel 2017 si sono fatti molto onore, tenendo alta la bandiera dello spirito sportivo ed ottenendo il riconoscimento delle comunità locali e della stampa.


   Set 06

RIPRESA

AVVISO IMPORTANTE

Le attività di allenamento e pratica sportiva riprenderanno il

15 SETTEMBRE 2017

solito orario, solito posto.

VI ASPETTIAMO!

INDOOR FIARC 2016, lo squadrone 01VERB.


   Mar 09

UNA SQUADRA VINCENTE

Domenica 5 marzo la nostra Compagnia ha ospitato a Vignone la prima gara piemontese del Campionato Interregionale FIARC Liguria-Piemonte.

Si trattava di un Round 3D, tipologia che prevede la predisposizione di 24 piazzole di tiro di cui 4 con bersagli mobili. Il percorso di gara, accuratamente progettato dai nostri “tracciatori”, è stato materialmente allestito da una dozzina di volonterosi a partire dalle prime luci dell’alba di sabato, sotto un tempo da lupi, nel bosco che costeggia la frazione di Bureglio, messo a disposizione dai numerosi proprietari e dall’Amministrazione comunale. Alle 14, come da Regolamento, tutto era pronto per la ricognizione definitiva affidata alla sovrintendenza dei due Capicaccia Rosie Ghioldi e Silvano Bellato, e l’approvazione ufficiale del percorso di gara.

Lo staff tecnico era pronto all’opera sul campo per un’ulteriore verifica già alle sette di domenica, e alle otto e mezza si è cominciato ad accogliere i concorrenti con la conferma iscrizioni e il controllo delle attrezzature. Alle nove e mezza, terminate le operazioni preliminari e rifocillati con una abbondante colazione offerta dalla Compagnia, i 134 partecipanti, provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, si sono avvicendati lungo i circa 2,5 km del percorso di gara, accostandosi con entusiasmo alle difficoltà e alle malizie dei tiri. A fine gara, abbiamo con soddisfazione registrato l’apprezzamento di tutti.

Base logistica la struttura coperta del parco giochi di Bureglio, che è stata utilissima vista la notevole variabilità del clima che ha caratterizzato la giornata. Durante la gara, le arciere e gli arcieri hanno potuto usufruire di un apprezzatissimo ristoro allestito a cura delle impareggiabili “donne della Verb” coordinate da Presidente Piera e Vicepresidente Anna, arricchito dall’accompagnamento musicale fornito da Felice. A fine gara, il Gruppo Frazione Bureglio ha servito un ottimo e abbondante pasto, mentre lo staff tecnico completava le operazioni di smontaggio e l’analisi delle tabelle segnapunti per la stesura delle classifiche. All’apertura della cerimonia di premiazione, grandi applausi per un’occasione speciale che ha riguardato 4 nostri soci: mamma Francesca e papà Simone, nonna Morena e nonno Felice.

Un weekend di passione iniziato venerdì sera con il carico dei materiali e dei bersagli e l’affissione dei cartelli di instradamento, e concluso verso le otto di sera di domenica con l’operazione inversa. Una squadra vincente che nell’alternanza di ruoli e persone continua a mantenere la determinazione che ha caratterizzato i 23 anni di vita della Compagnia Arcieri del VCO & Valgrande e le 81 gare ufficiali allestite finora. E domenica 19, sempre a Vignone, si replica con una gara del Circuito Insubria.

 


   Feb 04

GRANDI SPERANZE

Bella soddisfazione a chiusura della stagione 2016 per le nostre piccole grandi speranze.

La città di Ornavasso ha premiato per meriti sportivi il nostro MARCO FODRINI, terzo della categoria Ricurvo classe Scout al Campionato Italiano Indoor FIARC di Parma, che ha avuto l’onore di salire sul palco insieme a Elisa Longo Borghini, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio.

MARCO FODRINI

Anche la città di Cannobio ha premiato i nostri giovanissimi arcieri LUCA FERRARI e ROBERTO FERRARI, che nella stessa edizione del Campionato Italiano Indoor hanno dato il meglio, come d’altra parte, insieme a Marco, hanno fatto in tutti gli eventi regionali e nazionali del 2016.

Le speranze crescono, e la stagione 2017 promette già bene, sia come numero partecipanti che come risultati.

La nutrita rappresentanza della 01VERB alla prima gara del 2017.

E non solo: a breve toccherà a noi accogliere gli Arcieri sul campo di gara di Vignone per il Round 3D del Campionato Regionale Ligure-Piemontese. Ne vedremo delle belle!


   Feb 04

TRASFERTA IN UNGHERIA

Da un paio d’anni sta prendendo piede la sezione storica della 01VERB. Dopo la bella esperienza di Istanbul del 2015, il nostro gruppo, denominato “Flagellum Dei”, ha partecipato alla scorsa edizione del CAMPIONATO MONDIALE STORICO DI TIRO CON L’ARCO che si è svolta a Gyula (Ungheria) dal 30/08-al 03/09. Quattro i rappresentanti della 01VERB: Nandor Keresztes, Andrea e Giorgio Fantoli, Federico Raffa. Il primo giorno è stato dedicato al controllo dell’abbigliamento, rigorosamente storico, e alla Cerimonia di apertura. Partecipavano più di 300 arcieri provenienti da 28 nazioni, dalla Turchia alla Malaysia, da Singapore al Bhutan, dove il Tiro con l’arco è lo sport nazionale e infatti tra i concorrenti c’era l’ex primo ministro.

Gli arcieri erano divisi su 3 campi. Il primo campo era composto da 18 piazzole su paglioni con visuali FITA; il secondo campo da 18 piazzole con tiri di destrezza; il terzo da 18 piazzole con sagome 3D. Dopo tre giorni di gare, la mattina del quarto giorno le semifinali e il pomeriggio la finale. Per entrare in semifinale si doveva raggiungere almeno il 50% dei punteggi, ovvero 540 punti. Gli archi usati erano al 60% simili a quelli che in FIARC vengono definiti “storici”, il restante 40% era diviso tra longbow moderni e ricurvi take down con riser di legno.

Nei pomeriggi dei giorni di gare si svolgevano alcune garette per divertimento: sfide al bersaglio tirando dalle mura del castello, altre circa 14 metri; oppure sfide improvvisate tra i vari gruppi nazionali, e magnifici spettacoli di tiro da cavallo. Gli arcieri della 01VERB erano alla prima esperienza di competizione mondiale, e si sono battuti al meglio delle loro possibilità. Hanno partecipato nella categoria archi storici con materiali moderni, tre nella classe adulti (da 21 a 50 anni) e uno nella classe veterani (oltre 50 anni), piazzandosi verso metà classifica.

Dopo la finale, dove gli asiatici hanno fatto il pieno, si è svolta la Cerimonia di chiusura con le premiazioni. Rallegrava la serata un clima di grande divertimento, con mercatini e stand di cibo, e una ricca tombola inclusa nella tessera di partecipazione, con bellissimi premi offerti dagli espositori.

La prossima estate sempre in Ungheria ci saranno gli Europei. La 01VERB non mancherà l’appuntamento.